Telefono:

+39 059 283138
Stradello Romano, 8
41122 Modena MO
Tipo 50 T2/SS

Motore 2 tempi, moncilindrico inclinato, cilindro in ghisa, testa in lega leggera.
Potenza 2.8CV a 6700 giri, velocità massima 80 Km/h, peso 53Kg, consumo 45 Km con 1 litro.

Tipo 75

Motore 2 tempi, moncilindrico, cilindro in ghisa, testa in lega leggera.
Potenza 4,5CV, 3 marce, velocità massima 90 Km/h, peso 60Kg, consumo 40 Km con 1 litro.

Tipo 125 L/T2

Motore 2 tempi, moncilindrico, cilindro in ghisa, testa in lega leggera.
Potenza 4.8CV a 5000 giri, velocità massima 100 Km/h, peso 83Kg, consumo 40 Km con 1 litro.

Tipo 160 T4 Special

Motore 4 tempi, moncilindrico, cilindro in ghisa, testa in lega leggera.
Potenza 7.5CV a 5900 giri, velocità massima 105 Km/h, peso 105Kg, 4 marce.

Tipo 250 T4

Motore 4 tempi, moncilindrico inclinato, cilindro in ghisa, testa in lega leggera.
Potenza 12.5CV a 5900 giri, velocità massima 120 Km/h, peso 112Kg, consumo 33 Km con 1 litro.

Tipo 125 Corsa

Motore 2 tempi, moncilindrico inclinato, cilindro in ghisa, testa in lega leggera.
Cilindrata 125cc, 4 marce.

La Collezione Ascari, presso la Corte dei Sogni

La collezione privata di moto Maserati "Galleria Ascari" è custodita presso la dependance de La Corte dei Sogni.
Nata dalla passione costante e prolungata negli anni per le Moto maserati, settore motociclistico della nota casa automobilistica che a cavallo fra gli anni '50 e '60 era tra i simboli luminosi di un'Italia che stava crescendo.

Le Moto Maserati

Parentesi motociclistica della celebre Marca di auto sportive: cinque modelli base e sette anni di produzione (1953-1960) per tentare di inserirsi nel mercato in espansione.
Il tentativo frustrato dall'avvento della crisi e da problemi meccanici di un prodotto che pure presentava interessanti esclusività tecniche.

Raffinate novità

Sul modello 250 T4 sono presenti due particolari tecnici degni di nota: la doppia accensione e gli ingranaggi bi-elicoidali con dentatura "a cuspide" (detta a nche a "freccia").
La doppia accensione aveva lo scopo di aumentare le caratteristiche termodinamiche del motore incrementando potenza ed elasticità del motore.

Le Corse

Per incrementare le vendite e la pubblicità, la Maserati S.p.a. organizzò tramite i suoi rivenditori corse mitiche come il Giro d'Italia Motociclistico, la Milano-Taranto e altre corse a livello regionale, provinciale e cittadine.
Nomi illustri come Angelo Falzoni, Giuliano Trebbi e Guido Borri corsero al Giro d'Italia con moto Maserati 125cc del tipo M.S.D.S.

Il "Rospetto"

Quando uscì questo modello, il 50 T2/SS, nel 1956, l'assetto sportivo, il motore a sbalzo e il parafango avvolgente ne fecero l'oggetto del desiderio dei ragazzi con aspirazioni corsaiole, anche se costava pressochè il doppio di un normale"cinquantino".
Un ritocco generalizzato dei giovani proprietari che volevano ulteriormente sottolineare l'aspetto grintoso del proprio minibolide, era il finto tromboncino dipinto di rosso nella parte finale dello scarico.

Le moto del Tridente